#
#
SITO DEL CNSAS
Sei in: home » area stampa » news » incidente mortale nella grotta su frastimu
news
19/01/2014
Incidente mortale nella grotta Su Frastimu
Leggi il PDF
-

Concluso il recupero del corpo dello speleologo nella cavità Su Frastimu

(aggiornamento ore 11:35 del 20/01/2013) - Si sono concluse questa mattina le operazioni di recupero del corpo dello speleologo vittima di un incidente nella cavità "Su Frastimu" - detta anche Voragine del Monte Onixeddu - in territorio di Gonnesa (CA).

Il Servizio Regionale Sardegna (SASS) del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), era intervenuto ieri pomeriggio per soccorrere G. C. , 57 anni, del gruppo speleologico "Meta Cave" di Gonnesa.

Durante l'escursione, insieme ad otto amici, un masso staccatosi dalla volta era precipitato sul capo dello speleologo causandogli un grave trauma cranico.

Le squadre di tecnici e medici del CNSAS, allertate tramite il numero unico di richiesta soccorso 118 dai compagni dell'infortunato, sono istantaneamente partite per raggiungere l'area dell'incidente.

Le squadre di primo intervento ed il personale medico appositamente addestrato del CNSAS si sono calati nella grotta ed hanno raggiunto l'infortunato nel minor tempo possibile, constatandone le gravissime condizioni mediche. Nonostante questo, i sanitari specializzati in soccorso speleologico del CNSAS hanno comunque effettuato tutte le manovre possibili per tentare di stabilizzarne le condizioni, ma queste erano ormai irreversibili.

Durante la notte, la grotta è stata attrezzata per il recupero: i tecnici disostruttori del CNSAS sono riusciti ad allargare circa 20 m di strettoie su diaclasi per permettere il recupero del corpo, mentre i tecnici attrezzisti hanno messo in opera speciali tecniche di recupero su corda che hanno premesso, nelle prime ore di questa mattina, di portare all'esterno il corpo e di consegnarlo alle autorità.

-

Il Servizio Regionale Sardegna in intervento per soccorrere uno speleologo infortunatosi
nella grotta "Su Frastimu" a Gonnesa

(ore 23:53 del 19/01/2013)
- Il Servizio Regionale Sardegna (SASS) del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS),  è intervenuto questo pomeriggio per soccorrere G. C. , 57 anni, del gruppo speleologico "Meta Cave" di Gonnesa (CA).

L'incidente di cui è rimasto vittima, è avvenuto nella cavità "Su Frastimu" in territorio di Gonnesa dove otto speleologi stavano effettuando una escursione. Un masso staccatosi dalla volta ha colpito lo speleologo sul capo causandogli un grave trauma cranico.

Le squadre di tecnici e medici del CNSAS, allertate tramite il numero unico di richiesta soccorso 118 dai compagni dell'infortunato, sono istantaneamente partite per raggiungere l'area dell'incidente. 

I tecnici ed il personale medico appositamente addestrato del CNSAS si sono calati nella grotta ed hanno raggiunto l'infortunato nel minor tempo possibile, ma non hanno potuto fare altro che constatarne le gravissime condizioni mediche, precipitate poco dopo.

I tecnici disostruttori del CNSAS stanno ora allargando la grotta nei tratti che ostacolano il passaggio, mentre i tecnici attrezzisti stanno approntando i dispositivi di recupero del corpo.

A causa della complessità della grotta, si prevede che l'operazione di recupero si protrarrà ancora per molte ore.
Grave incidente nella grotta "Su Frastimu" sul Monte Onixeddu. I tecnici ed i medici del CNSAS, subito intervenuti, non hanno potuto salvare lo speleologo colpito da un masso.
# # # # #
 
home
chi siamo
richiesta soccorso
attività
formazione
area stampa
media gallery
norme e leggi
link
contatti
area riservata
Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico - All Right reserved © 2010 - 2018 - Web agency Fuganti e ass.