#
#
SITO DEL CNSAS
Sei in: home » area stampa » news » recuperata salva la ragazza dispersa da sei giorni sulla maiella
news
12/08/2011
Recuperata salva la ragazza dispersa da sei giorni sulla Maiella
12-08-2011 - Ore 14.15
Recuperata salva la ragazza dispersa da sei giorni sulla Maiella.
Il passare del tempo non ha fatto desistere i soccorritori impegnati sulla Maiella alla ricerca di Sarolta Tripolszky, la ventenne escursionista ungherese dispersa da sei lunghi giorni.
I tecnici soccorritori sono infatti riusciti a trovare nella tarda mattinata di oggi la ragazza ancora viva ed in buone condizioni di salute.
Le ricerche, coordinate dalla Prefettura di Chieti e dirette sul posto dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, erano partite lo scorso lunedì, dopo l’allarme lanciato dal gestore del bar del luogo dove la ragazza soggiornava in tenda, insospettito dal suo mancato rientro.
Oltre 50, in particolare, i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico dei servizi regionali di Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche che si sono alternati giorno e notte nelle delicate operazioni di ritrovamento e recupero.
Indispensabile l’apporto fornito sul posto dai tecnici del Corpo Forestale dello Stato, della Guardia di Finanza e dei Carabinieri.
Determinante, inoltre, la messa a disposizione da parte del 118 Abruzzo, dell’Esercito Italiano e della Polizia dello Stato di Pescara, di elicotteri che hanno supportato l’operato dei soccorritori, grazie al Coordinamento delle Forze Aeree dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico.
E proprio l’elicottero dell’Esercito Italiano di stanza a Viterbo ha prelevato dall’aviosuperficie di Terni, nella giornata di ieri, la squadra umbra di tecnici esperti di forra che dopo aver percorso tutto la Forra dell’Inferno, all’imbocco della successiva forra della Valle Selva Romana ha trovato effetti personali e tracce di bivacco.
Tutti gli altri tecnici sono stati dunque convogliati in zona e poco dopo mezzogiorno la ragazza è stata trovata e recuperata in un’area particolarmente impervia dall’elicottero del 118, partito da L’Aquila con a bordo due medici e il tecnico di elisoccorso e trasportata presso la base di direzione delle operazioni alla Maielletta dove la stessa ha potuto riabbracciare i propri familiari, nel frattempo giunti dall’Ungheria.
Da rilevare la pronta reazione della giovane escursionista, la quale era riuscita ad inviare un sms dettagliando le caratteristiche del luogo in cui si trovava e che è sopravvissuta per così tanto tempo razionando oculatamente alcune barrette alimentari che portava con sé. La buona riuscita dell’evento è stata garantita dall’ottima collaborazione e dall’efficace sinergia di tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni di soccorso.
Oltre 50,i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico dei servizi regionali di Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche che si sono alternati giorno e notte nelle delicate operazioni di ritrovamento e recupero
# # #
 
home
chi siamo
richiesta soccorso
attività
formazione
area stampa
media gallery
norme e leggi
link
contatti
area riservata
Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico - All Right reserved © 2010 - 2018 - Web agency Fuganti e ass.