#
#
SITO DEL CNSAS
Sei in: home » area stampa » news » piloti dispersi nellascolano il corpo nazionale soccorso alpino e speleologico impegnato nelle ricerche dei militari dispersi
news
24/8/2014
200 tecnici CNSAS per la ricerca dei piloti dispersi

Comunicato stampa

Incidente aereo ad Ascoli Piceno: terminato l'impegno del CNSAS

(Aggiornamento ore 20:30 del 24 agosto 2014)

Terminato ad Ascoli Piceno l'impegno dei tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, intervenuti - su richiesta dell'Aeronautica Militare sullo scenario dell'incidente aereo che martedì 19 agosto ha visto precipitare nella provincia ascolana due aerei Tornado dell'Aeronautica Militare.

Nelle ore successive all'incidente, dopo la richiesta di attivazione del COA (Centro di Controllo Aereo) di Poggio Renatico e i contatti con la prefettura di Ascoli Piceno, numerose squadre del servizio regionale Marche del CNSAS hanno raggiunto la zona dell'incidente, iniziando le prime ricerche dei quattro membri dell'equipaggio dei due velivoli. Dalla mezzanotte la Direzione Nazionale del CNSAS ha inviato nelle Marche ulteriori squadre di supporto da Lazio, Abruzzo, Umbria e Toscana. Giovedì si sono aggiunti alle ricerche ulteriori tecnici lombardi.

Le operazioni delle squadre del CNSAS hanno permesso di trovare, in luoghi particolarmente impervi delle zone di ricerca indicate, i corpi di tre membri dell'equipaggio e le due scatole nere degli aerei militari. Un quarto corpo è stato individuato e recuperato da forze dell'Aeronautica. Il lavoro degli operatori del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico ha permesso anche di identificare e repertare (con foto e coordinate) numerosi frammenti dei due velivoli. Le operazioni sono state condotte in costante collaborazione con l'Aeronautica Militare, con la quale il Soccorso Alpino e Speleologico ha una forte tradizione di collaborazione e vicinanza, in atto da più di 30 anni, sancita anche da numerose procedure e accordi siglati per affrontare congiuntamente scenari di soccorso aereo e interventi di aiuto alla popolazione in ambiente montano o impervio.

Complessivamente all'operazione di ricerca nella provincia di Ascoli Piceno hanno partecipato più di 200 tecnici del CNSAS, da sei regioni italiane. Nella sala operativa del CNSAS si sono alternati 12 tecnici specializzati nel Coordinamento Operazioni di Ricerca (COR), con cartografia vettoriale 3D e completa mappatura GPS delle aree analizzate e del percorso delle singole squadre. Dalle ore 19.30 di martedì alle 20.00 di sabato 23 agosto è stata coperta dalle ricerche un'area maggiore di 100 ettari. Le operazioni, per quanto riguarda l'impegno del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, sono terminate nella serata di sabato.

Con l'occasione il CNSAS esprime sentite condoglianze alle famiglie del Capitano Pilota Alessandro Dotto, del Capitano Navigatore Giuseppe Palminteri, del Capitano Pilota Mariangela Valentini, del Capitano Navigatore Paolo Piero Franzese e all'Aeronautica Militare tutta.


Comunicato Stampa

Incidente aereo nell’ascolano: trovata dagli uomini del CNSAS la seconda scatola nera

(Aggiornamento ore 13.00 del 23 agosto 2014)

Alle ore 11.30 di questa mattina gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) hanno trovato la seconda scatola nera dei Tornado precipitati in provincia di Ascoli Piceno martedì scorso. Il “flight data recorder” si trovava in una zona impervia a tre chilometri dal campo base di Venarotta (AP), dove sono concentrati i centri di coordinamento del CNSAS e dell’Aeronautica Militare. La scatola nera, ritrovata sotto una parete rocciosa vicino ad uno stretto canale boschivo, è stata recuperata con il verricello da un elicottero Agusta Westland 139 dell’Aeronautica e portata al campo base, dove è stata presa in consegna alle 12.45 dall’autorità giudiziaria.

Gli uomini del CNSAS stanno continuando in queste ore le operazioni di ricerca, concentrate soprattutto nell’identificare e georeferenziare (raccogliere coordinate e punti GPS) i resti dei due velivoli militari. Nella serata di ieri è stato individuato il cockpit dove si presumeva fosse il corpo del quarto militare deceduto: squadre del Soccorso Alpino e Speleologico sono state inviate notte tempo sul posto del ritrovamento per meglio organizzare in sicurezza le operazioni di recupero.

Attualmente stanno operando nell’ascolano 54 tecnici del CNSAS, provenienti da Marche, Lazio, Abruzzo, Toscana, Molise, Umbria e Lombardia.

Nelle immagini in allegato il campo base e il recupero con il verricello della barella.


Comunicato Stampa

Incidente aereo nell’ascolano: individuato il corpo del terzo pilota

(Aggiornamento ore 18.00 del 22 agosto 2014)

Gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS, impegnati da alcuni giorni nelle ricerche dei piloti dei due tornado precipitati in provincia di Ascoli Piceno, hanno localizzato in tarda mattinata il corpo di uno dei due piloti ancora dispersi.

Il ritrovamento, avvenuto intorno alle 13:00 da una squadra del CNSAS, é stato fatto in una zona particolarmente impervia sopra le pendici di Poggio Anzù.

La salma, adagiata su una barella, é stata verricellata su un elicottero HH3F dell'Aeronautica Militare ed elitrasportata fino al campo sportivo di Venarotta (AP) per essere consegnata alle autorità competenti.

Altre 5 squadre di tecnici del soccorso alpino hanno lavorato tutta la giornata alla ricerca dell'ultimo pilota che risulta ancora disperso e della seconda scatola nera e al recupero dei resti dei due velivoli man mano rinvenuti, fotografandoli e georeferenziandoli.

L’impegno da parte del CNSAS, intervenuto oggi con 40 volontari appartenenti ai servizi regionali di Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e Umbria, proseguirà anche nei prossimi giorni. Altri 30 tecnici di cui 3 specializzati in coordinamento operazioni di ricerca e appositamente addestrati nella gestione di interventi con scenari complessi come questo, sono partiti dalla Lombardia con mezzi fuoristrada e un mezzo camper allestito come base logistica che andranno a sostituire alcuni tecnici che hanno lavorato fin’ora sul campo.

Nella foto squadre del CNSAS pronte all'imbarco sugli elicotteri dell'AM.


Comunicato Stampa

Incidente aereo nell’ascolano: prosegue il lavoro del CNSAS

(Aggiornamento ore 21:00 del 21 agosto 2014)

Gli uomini del CNSAS hanno continuato le ricerche dei piloti dispersi. Nel corso della giornata trovata una delle scatole nere dei Tornado precipitati.

Sono ancora al lavoro – e l’impegno proseguirà anche nei prossimi giorni – i tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, chiamati a intervenire sul luogo del crash aereo che ha coinvolto martedì pomeriggio due Tornado dell’Aeronautica Militare. Sono 70 i tecnici del CNSAS impegnati nelle operazioni di ricerca dei due piloti ancora dispersi. Fanno parte dei servizi regionali di Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e Umbria.

Le squadre del Soccorso Alpino oggi hanno perlustrato ampie zone collinari dell’ascolano, in un perimetro di circa dieci chilometri quadri, identificato come area primaria di ricerca dall’Aeronautica Militare. Gli uomini del CNSAS hanno istallato un campo base operativo, per coordinare le operazioni delle squadre impegnate sul campo, nel comune di Venarotta (AP).

Il Soccorso Alpino, nel corso di una perlustrazione in un’area boschiva, ha rinvenuto questa mattina un flight data recorder – una “scatola nera” - di uno dei due Tornado precipitati. Tutti i resti dei due velivoli identificati nel corso delle ricerche dagli uomini del CNSAS – come concordato con l’Aeronautica Militare – vengono fotografati e georeferenziati (sono raccolte con precisione le esatte coordinate della posizione del reperto).

Domani, venerdì 22 agosto, continueranno dalle prime ore della mattina le operazioni di ricerca, con l’ausilio degli elicotteri dell’Aeronautica, con cui il CNSAS ha in atto da molti anni un protocollo di intervento nei casi di incidente aereo, militare o civile.


Nelle immagini in allegato un sopralluogo aereo dei tecnici del CNSAS: in una delle foto un operatore del Soccorso Alpino appena recuperato dalle zone di ricerca interessante dall'incendio, ancora con tracce di fuliggine


Comunicato Stampa

Piloti dispersi nell’ascolano: il CNSAS impegnato nelle ricerche dei militari dispersi

(Ore 18.00 del 20 agosto 2014)

70 tecnici del CNSAS - provenienti da quattro regioni - sono impegnati in queste ore in provincia di Ascoli Piceno nelle operazioni di ricerca dei militari dispersi dopo l’incidente avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri nei cieli marchigiani.

Al lavoro uomini del CNSAS provenienti da Marche, Lazio, Abruzzo e Umbria. Nelle prime fasi della ricerca sono intervenuti i tecnici marchigiani, successivamente, a partire dalla mezzanotte, l’attivazione del CNSAS ha riguardato anche le regioni limitrofe.

Le operazioni di ricerca, salvo ulteriori aggiornamenti, proseguiranno anche nella notte, con l’ausilio di elicotteri dell’Aeronautica Militare HH3F e HH139: velivoli che anche nella giornata di oggi hanno portato le squadre del soccorso alpino nelle varie zone di ricerca.

Da oltre 30 anni Aeronautica Militare e Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico hanno siglato un protocollo per la ricerca di equipaggi militari e civili in caso di crash aereo in ambiente montano o impervio.

A bordo dei due aerei c’erano il capitano pilota Mariangela Valentini di Borgomanero (Novara). Al momento dell'incidente, era affiancata dal capitano navigatore Paolo Piero Franzese di Nola (Napoli).

Sull'altro Tornado c'erano invece il capitano pilota Alessandro Dotto di San Giusto Canavese (Torino) e il capitano navigatore Giuseppe Palminteri di Napoli.


L'archivio dei comunicati relativi all'operazione e il materiale fotografico è consultabile sul sito www.cnsas.it

o all'indirizzo: https://www.dropbox.com/sh/rg2zthif3pop94h/AAC6ii2t2sXPPQsiY0Bh9kdSa?dl=0

 

 

 

 

 

 

 

Piloti dispersi nell’ascolano: i 200 tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico accorsi da Marche, Lazio, Abruzzo, Toscana, Molise, Umbria e Lombardia hanno concluso le ricerche dei militari dispersi. Ritrovati dai tecnici CNSAS il corpo del terzo pilota e la seconda scatola nera.
# # # # # # # # # #
 
home
chi siamo
richiesta soccorso
attività
formazione
area stampa
media gallery
norme e leggi
link
contatti
area riservata
Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico - All Right reserved © 2010 - 2018 - Web agency Fuganti e ass.