#
#
SITO DEL CNSAS
Sei in: home » area stampa » news » neanche la neve rallenta lesercitazione del soccorso alpino e speleologico piemontese
news
03/12/2013
Nemmeno la neve rallenta l’esercitazione del CNSAS - Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese

L’eccezionale nevicata che ha investito le alpi cuneesi l’ultimo giorno di novembre non ha rallentato l’esercitazione della Prima delegazione speleologica del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese (SASP).

Nelle prime ore di sabato 30 novembre, i tecnici speleo - volontari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) - hanno attraversato i boschi sopra Sant’Anna di Bernezzo per raggiungere l’ingresso della Grotta della Fenice. Il campo base, dal quale sono state coordinate via radio tutte le operazioni, è stato approntato presso l’ex Scuola di Sant’Anna grazie all’ospitalità della Associazione Alpini di Bernezzo. Dopo un primo avvicinamento coi fuoristrada, i volontari hanno stabilito un campo avanzato presso un rudere ad un chilometro di distanza dalla grotta, da qui è stato aperto un sentiero nella neve che ha permesso ai volontari di raggiungere a piedi l’ingresso grotta a quota 900 m e di trasferirvi tutte le attrezzature necessarie alla simulazione del recupero di in ferito infortunatosi a 200 metri dall’ingresso della grotta.

L’esercitazione, organizzata dalla Delegazione stessa, dalla sezione regionale della Scuola Nazionale Tecnici di Soccorso Speleologico (SNaTSS), e dalla Commissione Medica (CoMed), ha coinvolto l’intera delegazione speleologica piemontese ed aveva l’obiettivo di valutare il livello tecnico e l’esperienza raggiunta da ciascuno dei singoli volontari.

Gli istruttori regionali hanno verificato che tutti gli aspiranti operatori di soccorso entrati nel CNSAS l’anno precedente hanno correttamente appreso le tecniche base di trasporto di un ferito in ambiente ostile, mentre gli operatori di soccorso che hanno concluso con successo i primi due anni del  percorso formativo istituzionale hanno potuto ottenere il brevetto di tecnico di soccorso speleologico. Durante l’esercitazione, due medici ed un infermiere appartenenti alla delegazione stessa hanno aggiornato i volontari sulle nuove tecniche di medicalizzazione in ambiente ostile e su come condizionare e mettere in sicurezza un ferito durante un primo intervento.

Il CNSAS è una struttura nazionale operativa del Servizio nazionale di protezione civile riconosciuta dalla Repubblica Italiana con legge n. 74 del 2001 con valore di solidarietà sociale e servizio di pubblica utilità che viene quotidianamente svolto da tutti i suoi membri.

Il CNSAS è costantemente impegnato nella formazione, nell’addestramento e nell’aggiornamento dei propri tecnici. Questo garantisce un alto livello di preparazione di tutti i volontari, che in caso di intervento sono in grado di operare con competenza e professionalità anche nelle situazioni ambientali più difficili. Fra i compiti istituzionali del CNSAS non vi è solo il soccorso medicalizzato ed il recupero degli infortunati e dei pericolanti in ambiente montano e ipogeo ma anche la vigilanza e la prevenzione degli infortuni.

Neanche la neve rallenta l’esercitazione del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese a Sant'Anna di Bernezzo
# # # #
 
home
chi siamo
richiesta soccorso
attività
formazione
area stampa
media gallery
norme e leggi
link
contatti
area riservata
Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico - All Right reserved © 2010 - 2018 - Web agency Fuganti e ass.