#
#
SITO DEL CNSAS
Sei in: home » area stampa » news » ix delegazione lombarda in intervento presso la grotta tacchi zelbio
news
05/01/2014
Intervento speleo alla grotta Tacchi Zelbio
Leggi il PDF
Concluso l'intervento speleo presso la grotta Tacchi Zelbio (Como)

(aggiornamento ore 04:50 del 06/01/2013)
- Si sono concluse alle ore 04:40 di oggi le operazioni di recupero del corpo senza vita dello speleologo G. G. appartenente al Gruppo Speleo CAI della Valle D'Aosta, scivolato ieri pomeriggio nel torrente sotterraneo all'interno della grotta Tacchi Zelbio.

In corrispondenza del primo sifone, a circa 250 m dall'ingesso, lo speleologo si era calato in una delle fenditure che collegano il ramo fossile della grotta con il ramo attivo ma è stato trascinato via dal fiume sotterraneo in piena a causa delle abbondanti precipitazioni di questi giorni.

La grotta è lunga circa 9 km ma solo il primo chilometro è normalmente percorribile dagli speleologi proprio a causa delle acque che la percorrono e che sfociano - attraverso percorsi ancora da scoprire - nel sottostante Lago di Como.

La complessa operazione di recupero ha coinvolto diverse strutture operative del CNSAS subito intervenute dopo che i compagni dello speleologo erano riusciti ad uscire per lanciare l'allarme attraverso il numero unico di richiesta di soccorso 118 alle ore 17 di ieri.

Sono state coinvolte l'intera IX delegazione speleo lombarda, la XIX delegazione alpina lariana, speleosub addestrati nella gestione in sicurezza di interventi di recupero in grotte subacquee e tecnici disostruttori specializzati nell'allargamento artificiale delle strettoie che ostacolavano la progressione della speciale barella con il corpo dello speleologo.

Il CNSAS è una struttura nazionale operativa del Servizio nazionale di protezione civile riconosciuta dalla Repubblica Italiana con legge n. 74 del 2001 con valore di solidarietà sociale e servizio di pubblica utilità che viene quotidianamente svolto da tutti i suoi membri.

Il CNSAS è costantemente impegnato nella formazione, nell’addestramento e nell’aggiornamento dei propri tecnici. Questo garantisce un alto livello di preparazione di tutti i volontari, che in caso di intervento sono in grado di operare con competenza e professionalità anche nelle situazioni ambientali più difficili. Fra i compiti istituzionali del CNSAS non vi è solo il soccorso medicalizzato ed il recupero degli infortunati, dei pericolanti e dei caduti in ambiente montano e ipogeo ma anche la vigilanza e la prevenzione degli infortuni.

-

Localizzato il corpo dello speleo travolto dal fiume sotterrano nella grotta Tacchi Zelbio

(aggiornamento ore 01:10 del 06/01/2013) - E' stato localizzato il corpo senza vita dello speleologo G. G. del Gruppo Speleo CAI della Valle D'Aosta,
disperso questo pomeriggio nella grotta Tacchi Zelbio (Como).

Gli speleosub del CNSAS lo hanno individuato un metro sotto il livello dell'acqua nel punto in cui il suo corpo è rimasto intrappolato in seguito alla caduta nel torrente sotterraneo che scorre sotto la grotta Tacchi Zelbio (Como).

Ora sono in corso le operazioni per il recupero del corpo.

Mentre i soccorritori stanno pianificando l'estrazione dalle gelide acque del torrente - ora in piena - i tecnici della IX delegazione speleologica lombarda stanno approntando dispositivi di recupero su corda che permetteranno di superare i 250 m di cavità che li separano dall'uscita, fra i quali uno scivolo di 32 metri.

Intanto i Disostruttori del CNSAS stanno allargando artificialmente alcuni tratti per permettere il passaggio del corpo.

Il delegato della IX delegazione speleologica lombarda sta coordinando le operazioni dal campo base appositamente attrezzato in prossimità dell'ingresso grotta grazie al supporto logistico ed operativo della XIX
delegazione alpina lariana
del CNSAS.

I sette compagni di escursione dello sfortunato speleologo sono tutti incolumi e si trovano già tutti all'esterno della grotta.

-

Intervento del CNSAS in corso nella grotta Tacchi Zelbio

(aggiornamento ore 22:50 del 05/01/2013) - Sono in atto le operazioni di soccorso dello speleologo G. G., appartenente al Gruppo Speleo CAI della Valle D'Aosta, disperso dopo una caduta nel torrente in piena che scorre al di sotto della grotta Tacchi Zelbio (Como).

I suoi sette compagni di escursione lo hanno visto cadere ed hanno mandato fuori due di loro per allertare il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico tramite il numero unico di richiesta soccorso 118.

La IX delegazione speleologica  lombarda è sul posto con 48 tecnici speleo ai quali si aggiungono 10 tecnici della XIX delegazione alpina lariana.

I Tecnici della Commissione Speleosubacquea del CNSAS, specializzati negli interventi in grotte sommerse, sono attualmente in azione all'interno grotta. Sono in azione  anche i  tecnici della Commissione Disostruzione del CNSAS  che stanno esaminando i circa 250 metri di sviluppo della grotta dall'ingresso al luogo dell'incidente situato a 80 metri di profondità dall'ingresso. Stanno valutando i tratti che sarà necessario allargare artificialmente per permettere il passaggio della barella in caso di ritrovamento del disperso.

Attualmente le condizioni dell'acqua rendono difficili le operazioni dei soccorritori.

-

La IX Delegazione speleo CNSAS alla ricerca di uno speleologo dispero nella grotta Tacchi Zelbio

(ore 18:43 del 05/01/2013) - Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è in intervento presso la grotta Tacchi Zelbio. La cavità si sviluppa per 9 km all'interno del sistema carsico della Valle del Nosè nella zona del comune di Zelbio (Como).

I tecnici della IX Delegazione speleo hanno raggiunto l'ingresso della Grotta situato a 785 m di quota; una squadra di pronto intervento è entrata in grotta per verificare la situazione mentre all'esterno viene approntato il campo base dove stanno convergendo le squadre di soccorso del CNSAS.

Dalle informazioni fino ad ora giunte, sembra che una persona, percorrendo uno scivolo di circa 30 metri lungo la parte aerea della grotta, sia scivolata nel torrente sotterraneo sottostante.

CNSAS - Commissione Comunicazione e Documentazione
La IX delegazione speleo e la XIX delegazione alpina del CNSAS in intervento per uno speleologo disperso nel torrente sotterraneo all'interno della grotta Tacchi Zelbio
# # # # # # # # # #
 
home
chi siamo
richiesta soccorso
attività
formazione
area stampa
media gallery
norme e leggi
link
contatti
area riservata
Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico - All Right reserved © 2010 - 2018 - Web agency Fuganti e ass.